RACCONTACI UN PO’ COSA STAI COMBINANDO IN QUESTO PERIODO. Sto portando avanti due progetti paralleli : Clap Clap e Digi. Con Clap Clap c’è tanta sperimentazione e sto girando tanto, 4-5 date al mese in tutta Europa. É appena uscito il vinile e sta andando molto bene. Sold out in brevissimo tempo, 800 copie volate così. Con Digi mi concentro sulla bass music e il clubbin , focalizzandomi qui in Italia. Nei prossimi mesi farò uscire qualcosa per Lucky Beard.

COME DIFFERENZI LA RICERCA E IL LAVORO SU DUE PROGETTI COSÌ DIFFERENTI? Con Clap Clap è più ricerca del suono e sperimentazione, con Digi vado a martello! Ormai i due progetti hanno pubblici diversi e sezioni musicali differenti.

CON COSA SUONI? CD, VINILI, COMPUTER? Dipende da cosa suono, i set di Digi li faccio principalmente con Ableton Live. É più un lavoro di effetti, ti puoi divertire molto, colorare il tutto e “pensare meno” alla gestione più canonica del set. Quando suono cose più funk mi piace usare i vinili perché rispecchiano a pieno il calore di quel suono. Con i cdjs è molto divertente in un altro senso, secondo me dovrebbero avere quasi nomi diversi i djset fatti con supporti differenti. Comunque non giudico nessuno, è la naturale evoluzione e ognuno sceglie come e con cosa suonare.

HAI GIRATO MOLTO ANCHE ALL’ESTERO, COME VEDI LA SCENA ITALIANA DEL CLUBBIN, DELLA MUSICA ELETTRONICA? In Italia stiamo tornando finalmente a qualcosa di buono. Cominciamo ad avere dei buoni festival di elettronica, il clubbin al nord sta crescendo molto : Torino e Milano su tutto. Ho suonato spesso in Sicilia ed è sempre divertente e vivo. Roma ha tanto da dire ma con i suoi orari, ho suonato molto agli after quindi ad orari mattutini. Vivo a Torino da meno di dieci giorni e la considero un ottimo esempio di come e dove si dovrebbe muovere la musica elettronica in Italia. Una città molto europea con spazi e voglia di fare.

CONFRONTO CON L’EUROPA CHE HAI VISTO? In generale da noi si tende al 4/4, cose martello e ballabili mentre all’estero ritmi spezzati e forse più concetto. Sono attitudini diverse, clubbin differente.

CON CHI TI PIACEREBBE COLLABORARE? Molti “sogni” li ho già realizzati! Recentemente , con Clap Clap ho lavorato con Batida, una crew angolana che sta a Lisbona. Con Digi mi piace collaborare con mc matti. Più sono fuori di testa meglio è!

HAI GIÀ SUONATO QUI DA NOI AL ROCKET? Al vecchio Rocket ero di casa, ho fatto quattro date in Via Pezzotti. Qui nella nuova sede ho fatto una bellissima data con Clap Clap la scorsa stagione.

QUESTA SERA COSA PROPONI QUI A SABOTAGE? Questa sera vediamo, io mi metto lì e voglio divertirmi. Guardo sempre la gente, non sono un juke box ma cerco sempre di capire dove sono e per chi sto suonando. Suonare solo per se stessi è egoistico oltre che controproducente.

COSA STAI ASCOLTANDO IN QUESTO PERIODO? Sono molto impegnato e non sempre riesco a star dietro alle nuove uscite. Per Clap Clap ascolto tribù africane, musica primitiva, una ricerca del suono quasi maniacale.

https://www.facebook.com/clakclakboomclak

https://www.facebook.com/bruciobattisti

https://www.facebook.com/iwantsabotage

Torna ad Artists

10360203_10154773571625228_8614404671426397892_n